Blocco di TikTok in Italia dopo la morte di una bambina

TikTok bloccato in Italia

L’Italia venerdì 22 gennaio 2021, ha assistito ad un tragico evento, la morte di una bambina palermitana che a causa di una challenge (nota come Blackout) su TikTok, si è letteralmente strangolata per aver stretto troppo una cinta messa attorno al suo collo.

Una tragedia che ha costretto il Garante della Privacy di TikTok Italia, a dover imporre immediatamente delle restrizioni su alcuni account del social network cinese. Proprio qualche giorno fa, prima dell’accaduto, l’ex Musica.ly aveva limitato alcuni account di minorenni.

Cosa cambia su TikTok dopo la morte della bambina?

Sul documento in cui è intervenuto il Garante, si legge quanto segue:

Il Garante per la protezione dei dati personali ha disposto nei confronti di TikTok il blocco immediato dell’uso dei dati degli utenti per i quali non sia stata accertata con sicurezza l’età anagrafica“.

In verità ciò, non influirà molto perché già da un po’ di settimane TikTok richiedeva l’età minima per continuare ad usare il social, ovvero 13 anni. Quindi coloro che non hanno ancora confermato la propria nascita, probabilmente sono gli stessi con un profilo vecchio ed inattivo.

In base a ciò che è tristemente accaduto alla bambina morta per la challenge, la vera domanda che molti si fanno è se la colpa è da addossare ai genitori oppure no. Voi cosa ne pensate?