Otto chili di petardi illegali in mano ad un 18enne: come è andata?

Otto chili di petardi illegali 18enne Bolzano

Ci troviamo a Bolzano, precisamente a Val Passiria, dove un 18enne si trova una denuncia dalle autorità locali per aver tenuto otto chili di petardi illegali. Il ragazzo era riuscito ad ottenere i botti tramite l’acquisto presso una piattaforma internet.

Si tratta in ogni caso di petardi illegali e che non erano soggetti alla libera vendita. Inutile ricordare che in assenza di conformità europea, oltre a pagarne la conseguenze con pene severe, vi è un potenziale rischio per l’insicurezza generata da tali ordigni.

Il 18enne è stato perquisito presso il suo domicilio

Le autorità appartenenti alla Divisione della Polizia Amministrativa, hanno proceduto ad accurati controlli tramite internet, riuscendo a scovare l’acquisto compiuto dal 18enne della Val Passiria.

Dopo una perquisizione domiciliare, il ragazzo spontaneamente ha anticipato i controlli approfonditi e ha deciso di consegnare gli otto chili di petardi illeciti insieme a due botti costruite artigianalmente e senza alcuna autorizzazione.

La polizia ha dichiarato che è emerso all’interno delle botti, mezzo etto di polvere pirica. Tutto materiale che per essere destinato alla vendita, doveva necessariamente essere autorizzato da alcune licenze specifiche.