Trading online, i consigli per il 2021

Dopo la pandemia e i problemi che si sono evidenziati sui vari mercati a causa di perdite improvviso di fatturato, in molti si aspettano nel 2021 una crescita e una rinascita dal punto di vista economico. Ma come riuscire a investire nel settore del trading online in modo attento cercando di puntare su azioni, obbligazioni e materie prime che possano crescere e dare risultati migliori nel corso del 2021? Ecco alcuni consigli su quali asset puntare nel corso del 2021 e quali potrebbero essere i più positivi.

Il settore farmaceutico

Un asset da prendere in considerazione per le proprie operazioni nel 2021 è sicuramente il settore farmaceutico. Il motivo è semplice da comprendere, già dalle prime indiscrezioni su un vaccino per il coronavirus, le azioni delle principali case farmaceutica hanno visto un balzo in avanti non indifferente. Come per esempio la Johnson & Johnson e il vaccino per il Covid: al momento dell’annuncio di uno studio in merito le sue azioni sono iniziate a salire. Nel 2021, il settore farmaceutico inoltre, potrebbe avere riscontri ancora più positivi nel caso di strutturazione e commercializzazione di una possibile cura per il virus, o di nuovi vaccini con una percentuale d’efficacia migliore. Insomma, tra le azioni da tenere d’occhio ci sono sicuramente quelle di questo settore.

Le materie prime e l’oro

Il trading online permette di operare non solo sul mercato azionario ma anche su quello delle materie prime. Nel corso del 2020 l’oro, insieme ad altri beni di rifugio, ha visto una crescita del valore molto interessante. Questo trend al rialzo si potrebbe notare ancora soprattutto nei primi mesi del 2021, quando ancora l’economia starà in fase di riequilibrio e gli investitori preferiranno continuare a operare sulle materie prime, in quanto offrono una maggior certezza rispetto alle azioni o ad altri asset con andamenti poco chiari.

Le criptovalute

Diversi broker online per il trading permettono di operare sulle criptovalute. Le valute digitali nel corso del 2020 sono state frutto d’interesse di molti investitori privati, del retail ma anche istituzionali. Questo ha portato valute come il Bitcoin a superare la precedenza fascia di resistenza sugli 8 mila dollari e raggiungere un valore di 20 mila dollari attuale. Certo le criptovalute hanno andamenti altalenanti e variabili in base agli investimenti sul mercato. Però bisogna considerare come nel 2021 si preveda sempre più un interesse da parte degli investitori istituzionali, assicurazioni, banche ecc…cosa che potrebbe portare il loro valore a crescere molto velocemente nel corso dei prossimi mesi e dei primi trimestri del 2021.

Asset digitali e tecnologici

Come ben sappiamo, la pandemia ci ha “costretto” o meglio condotti all’uso sempre più frequente di strumenti digitali e tecnologici. Questo interesse e scoperta delle funzioni e delle migliorie che la tecnologia può apportare alla vita di tutti i giorni si potrebbe presto riscontrare in borsa. Big nel campo del commercio online come Amazon e Alibaba sono sicuramente titoli da osservare, soprattutto nel primo trimestre del 2021, perché potrebbero vedere performance interessanti. Lo stesso vale per altri asset tecnologici da quelli che si occupano della produzione di PC e smartphone. Ai titoli dedicati ai Social network come Facebook e Twitter che stanno vedendo un aumento degli investimenti dagli inserzionisti pubblicitari, e un interesse più marcato di conseguenza da parte degli investitori.

Gli asset digitali e tecnologici in borsa sono comunque sempre un buon investimento per il trading online, in quanto il loro andamento interessa globalmente diversi trader, per questo motivo è più semplice anche andare ad analizzare i titoli e verificare eventuali notizie che ruotano intorno ai titoli che li rappresentano.

In ogni caso, qualunque sia l’investimento che si vuole fare nel campo del trading online nel 2021, il consiglio è di porre sempre attenzione e considerare la percentuale di rischio perdita che è comune a tutte le piattaforme di trading e in genere a tutti gli investimenti sui mercati.