L’assurda nascita del nome del brand Xiaomi raccontato dal CEO

Lei Jun born scelta nome brand Xiaomi

Tutti siamo più o meno curiosi di conoscere la storia dei brand che ci appassionano maggiormente. Data la crescita esponenziale di Xiaomi, presumiamo che tale interesse possa in un certo senso incuriosirvi, anche se non foste diretti fan del colosso cinese.

A spiegare com’è nato il nome Xiaomi è stato proprio il CEO dell’azienda, Lei Jun, il quale durante un evento a tema tecnologico e in stile domande e risposte, Q&A, ha raccontato l’intera storia, che siamo sicuri vi lascerà di stucco.

Il nome Xiaomi è nato da una poesia cinese

Strategie futuristiche di Xiaomi a parte, all’evento tecnologico, Jun spiegò che sempre più aziende preferivano assegnare il nome del brand a quello del fondatore o quanto meno, che gli si avvicinasse. Il padre però, non voleva replicare la stessa cosa per la loro società.

Nello specifico Jun, nel frattempo che pensava alle migliori idee per il nome del brand, si ricordò di una poesia cinese con evidenti riferimenti a Buddha, ma soprattutto una frase in cui veniva menzionata la parola Xumi, trovata già da subito allettante.

Da quel suono “soave e piacevole” per l’immagine dell’azienda cinese, Jun pensò bene di adattare la parola Mi, che insieme a quelle precedente avrebbe così formato Xiaomi. Credete di aver potuto far meglio?