Post Covid-19, Sala desidera una Milano più digitale

Milano più digitale Sala Covid 19

La pandemia causata dal Covid19 ha fatto ricredere Sala e altri sindaci di Italia, riguardo la digitalizzazione delle proprie città. Milano ad esempio, nonostante gli sforzi, secondo i suo Sindaco post Coronavirus, dovrà assolutamente cambiare, rimodellarsi.

Occorre maggiore equità sociale, l’ambiente circostante deve modificarsi in meglio, ma soprattutto deve avvenire una vera e propria rivoluzione digitale. Sala ha parlato di Milano, ma lo stesso dovrà verificarsi in tutto il nostro Bel Paese.

Sala crede Biden (USA) sia un acceleratore

Di recente la Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue ha organizzato un evento, Jennercafé, in cui l’invitato è stato proprio l’attuale sindaco del capoluogo lombardo, Sala. Ecco qualche dichiarazione in merito:

«La pandemia ha dimostrato, se mai ce ne fosse stato bisogno, la fragilità delle nostre città. Non è che prima non si è fatto niente, ma io fatico a dire che la pandemia è un’opportunità di cambiamento avendo avuto tremila morti in città, ma è un obbligo di cambiamento e quindi noi dobbiamo accelerare.

C’è una parte di opinionisti e di politici che mettono in discussione il ruolo delle città e parlano di una decadenza delle città. Io non ci credo, ma non perché sono di parte, ma perché non credo sia così, ma queste città le dobbiamo trasformare

Per il sindaco di Milano, l’elezione di Biden sarebbe un acceleratore in termini di ambiente. E non basta il “verde”, le app di messaggistica o internet per definire qualcosa “digitale”. Ma piuttosto, servizi sempre più orientati all’equità sociale.