Clonata l’App Immuni per Rubare dati e soldi, cosa fare?

Virus Anubis Immuni fake

L’applicazione Immuni è ogni giorno, sempre più scaricata per cercare di contenere la pandemia del Covid-19 e soprattutto, intercettare le persone possibilmente infette, con la quale siamo stati a contatto. Un nuovo sito web online però, avrebbe creato dei cloni fake.

A scoprire la truffa è stata l’AGID (Agenzia per l’Italia Digitale), nel quale ha potuto constare che il sito simulerebbe sia la grafica che le funzioni delle migliori app italiane: bancarie, istituzionali, di shopping come Amazon per ultimo, anche di Immuni.

Come evitare la truffa delle app clone

Particolarmente colpita è l’app Immuni, software centro di discussioni quotidiane per via del forte interesse a fermare il Coronavirus. Basti pensare l’economia che si aggira attorno al virus, come i 4 milioni di euro per attivare i call center.

AGID insieme alla società informatica D3Lab, hanno suggerito di evitare a tutti i costi, siti che somiglierebbero al Play Store di Google e di fare attenzione anche ai minimi particolari. Nel frattempo, il CERT ha supposto: “è sicuramente un derivato di Anubis, come la maggior parte dei MaaS per Android“.

Insomma, non è da sottovalutare la sua pericolosità, in quanto il virus Anubis è pensato per rubare i dati personali e quelli bancari per svuotare i conti correnti.