Milioni di donne vittime del deepfake, denudate con un click

Bot Telegram deepfake donne

Seppur la tecnologia deepfake rappresenti una delle migliori e più avanzate dei giorni d’oggi, l’accesso facilitato a questo fenomeno preoccupa la maggior parte degli esperti. Per esempio, l’ultima novità riguarderebbe un bot Telegram capace di denudare le donne.

Basterebbe una semplice foto di una ragazza o adulta che sia, per consegnarla al bot e in pochissimi secondi, sarebbe capace di “spogliarla” e sostituendo gli abiti con delle parti intime fittizie o meglio, non sue. A parlare del problema è il CEO di deepfake Sensity.

Donne spogliate ed estorsioni a causa del deepfake

Colossi come Microsoft, sono al lavoro per contrastare il deepfake ed evitare problemi ancor più grossi. Le vittime (alcune di essi molto giovani, se non bambine), vengono letteralmente messe a nudo con la semplice colpa, di aver scattato una foto e averla postata sul web.

A parlare sulla questione è il CEO della società informatica deepfake Sensity Giorgio Patrini, secondo il quale:

L’innovazione qui non è necessariamente l’IA. È solo il fatto che può raggiungere facilmente molte persone”.

Il problema è ancora più allarmante di un solo editing con Photoshop. Perché l’intelligenza artificiale di questa tecnologia, è capace di far credere che quella donna, bambina o ragazza nuda che sia, è realmente veritiera.