Ecco perché PlayStation 5 ha così poche scorte pre-order

PlayStation 5 poche scorte preorder

I problemi legati al preorder di PlayStation 5 sono oramai noti a tutti. Quello che però non è stato chiaro, è il motivo per la quale Sony avrebbe stabilito di produrre così “poche scorte” o comunque non soddisfacenti per molti videogiocatori che l’avrebbero desiderata.

Dopo aver rilasciato le prime console negli Stati Uniti d’America (in Europa arriveranno giorno 19 novembre 2020) ha parlato circa la situazione (in una intervista al Nikkei Asia) Jim Ryan, nonché CEO di Sony Interactive Entertainment.

Il mistero svelato dietro il sold-out di PS5

Jim Ryan non si è ritenuto felice per quel che accaduto in riferimento al sold out delle scorte per il preordine di PlayStation 5. Non di meno in un suo intervento ha dichiarato quanto scritto:

«La situazione del COVID-19 ci rende molto nervosi all’idea di rilasciare scorte nei negozi attorno alla finestra di lancio».

Ma quello che sembrerebbe aver stufato la società nipponica è il mercato nero che si aggira attorno alla PS5, nello specifico dalla società Mercari, Inc. Il sito e-commerce attivo negli USA e in Giappone, venderebbe tali console a prezzi assurdi, da sciacalli.

Cifre da capogiro e senza senso pur di lucrarci spudoratamente. Si parlerebbe di 1.000$ per avere la piattaforma di gioco sia in Digital Edition che con il lettore ottico.