Nintendo citata in tribunale da minorenne per Joy-Con Drift

Joy Con Drift Nintendo tribunale Luiz Sanchez

Da un po’ di tempo non si fa altro che parlare di JoyCon Drift di Nintendo. Il controller in questione sembrerebbe avere dei problemi non indifferenti durante la modalità di gioco. La falla si verificherebbe in momenti casuali, ad una donna spagnola, Luiz Sanchez e il figlio, è successo dopo un po’ di mesi.

Se da un lato vi era la felicità di acquistare i Joy-Con personalizzabili, dall’altro lo spiacevole inconveniente e i difetti causati dagli stessi controller di Nintendo. Difatti la madre e il figlio minorenne di 10 anni, hanno portato il colosso giapponese in giudizio in tribunale.

Luiz Sanchez vuole 5 milioni di dollari da Nintendo

L’avvocato di Luiz Sanchez e del figlio minorenne, hanno richiesto a Nintendo un risarcimento pari a ben 5 milioni di dollari. Una cifra che sembra davvero assurda e giustificata così dal loro legale:

L’imputata continua a commercializzare e vendere il Prodotto nonostante sia a conoscenza del difetto e senza avvertire i clienti in fase di marketing o sulla confezione. L’imputata ha delle ragioni finanziarie per nascondere il difetto, visto che non vuole smettere di vendere il Prodotto, e/o evitare l’ingente spesa per la sua risoluzione“.

Nei documenti la donna e il suo pargoletto affermano che dopo mesi i Joy-Con Drift è diventato inutilizzabile. Il difetto sarebbe lo stesso per tutti: il cursore si muove senza un senso, pur quando viene mantenuto fermo.