Facebook accusato di usare Instagram come app spionaggio

Facebook usa Instagram spionaggio

Ancora una volta Facebook dovrà fare i conti con la giustizia. Questa volta con un caso più grave. Secondo un utente, notizia emersa già lo scorso luglio, il social network “faccia libro” sfrutterebbe Instagram per spiare dalle fotocamere degli iPhone. Come è possibile?

Un’attività di spionaggio che se verificata costerà caro al social network di Mark Zuckerberg, che al momento non avrebbe né smentito e né confermato. Soltanto la prima volta rispose che se ciò fosse mai avvenuto, sarebbe stato associato ad una falla, bug di sistema.

Facebook usa Instagram come spionaggio?

Le parole dell’utente Instagram Brittany Conditi, nonché colui che sostiene l’utilizzo fraudolento di Facebook e dell’uso improprio per spiare tramite la fotocamera, sono state molto pesanti. Ecco quanto dichiarato:

«Raccogliendo dati personali estremamente privati e intimi sui propri utenti, anche nella privacy delle proprie case, Instagram e Facebook sono in grado di raccogliere informazioni preziose e ricerche di mercato».

Sempre secondo Conditi, il social network di Mark Zuckerberg con questi preziosi dati otterrebbe dei risultati a cui molto sicuramente non avrebbe accesso. Ma ribadiamo che per il momento il creatore di Facebook (così come detto a Bloomberg) non ha voglia di lasciare alcuna dichiarazione.