Qualcomm chiede aiuto a Trump per il ban Huawei

Qualcomm chiede aiuto Trump chip Huawei

Qualcuno potrebbe pensare che Qualcomm non c’entrasse nulla con il ban Huawei, invece non solo potrebbe essere colpita anch’essa, ma anche il mercato degli Stati Uniti d’America subirebbe una delle recessioni tecnologiche più impreviste e peggiori degli ultimi anni.

La società statunitense sta chiedendo supporto a Donald Trump (ovvero concedere la licenza dei chip da fornire al gigante di Ren Zhengfei) poiché qualora Huawei affidasse la produzione dei suoi chip alla società Mediatek, Qualcomm avrebbe le mani legate e andrebbero in fumo miliardi di dollari anche agli USA.

L’intervista di Wall Street Journal a Qualcomm

Nell’attesa che Donald Trump faccia una sua analisi ben accurata, il giornale americano Wall Street Journal avrebbe parlato con Qualcomm, nella sua intervista ecco come sarebbe andata:

Se Qualcomm fosse soggetta a licenze restrittive di esportazione, ma i suoi concorrenti stranieri non lo fossero, la politica del governo degli Stati Uniti provocherà un rapido cambiamento della quota di mercato dei chipset 5G in Cina ed oltre. Ciò ostacolerebbe la ricerca e la leadership americana sulle questioni dei SoC e dei modem 5G andando a minare gli interessi degli Stati Uniti.”

Il ban di Huawei dalla lista dei produttori Taiwan Semiconductor Manufacturing Company starebbe causando problemi a Qualcomm e all’intero mercato USA, come si comporterà il Presidente americano?