Attacco alle estensioni Google Chrome: cos’hanno rubato

Estensioni Google Chrome spiano

Google Chrome è senza dubbio il browser più utilizzato rispetto ai suoi concorrenti, ma allo stesso tempo è molto spesso, preso di mira proprio per recare problemi ad una società che attualmente risulta prima e il cui successo è assicurato. L’ultimo attacco risale alle sue estensioni.

Le estensioni di Google Chrome sono “programmini” esterni, che consentono di svolgere attività quotidiane quali: convertire file video, bloccare le pubblicità e altre funzioni anche più complesse. I cybercriminali avrebbero manomesso ben oltre 100 estensioni.

L’indagine di Reuters sulle estensioni Chrome

A svolgere l’indagine è stata Reuters, in cui si evince sul suo report noto come Awake Security, i problemi emersi dalle estensioni di Chrome manomesse dai pirati informatici. Una volta installate (anche le più semplici), esse rubavano dati e spiavano gli utenti.

Per spiare, si intende che una volta installate le estensioni, il programma lavorava per controllare la cronologia senza il permesso di ciascun internauta. La società californiana, subito dopo aver ricevuto la segnalazione, ha provveduto ad eliminare tutti i software malevoli.

Purtroppo immaginiamo che i dati rubati appartengano a tantissimi utenti, infatti dai report si evince che le estensioni su Google Chrome vengono scaricate costantemente da ben 32 milioni di utenti. Anche voi le usate?