Pagamenti su Whatsapp sempre più vicini, parte il test

Whatsapp Pay test in Brasile

Da tempo Mark Zuckerberg vorrebbe implementare la possibilità di pagare tramite Whatsapp, una funzione già sentita da alcuni utenti che sembrerebbero sia felici che non. Il primo dubbio come si può immaginare, è relativo alla sicurezza nell’inserimento della carta.

Il nuovo portafoglio digitale si potrebbe chiamare Whatsapp Pay, il cui obiettivo sarebbe quello di sfruttare la stessa tecnologia e funzionamento di Facebook Pay, ovvero poter acquistare da un’azienda senza necessariamente uscire dall’applicazione in uso.

Come si pagherà su Whatsapp?

Mark Zuckerberg ha già espresso il suo punto di vista sul potenziale pagamento tramite Whatsapp. Infatti, in un comunicato stampa ha fatto sapere quanto segue:

«Stiamo rendendo l’invio e la ricezione di denaro facile come condividere le foto, stiamo anche consentendo alle piccole imprese di effettuare vendite direttamente all’interno di WhatsApp».

Gli utenti quindi, potranno acquistare prodotti o servizi dalle aziende presenti su Whatsapp, senza uscire dall’applicazione di messaggistica. Per il consumatore finale non vi è alcun costo, per la società saranno previste delle commissioni sulle transazioni.

In merito alla sicurezza, Zuckerberg ha fatto sapere che la finalità sarà quella di «impedire transazioni non autorizzate, sarà richiesto un Pin speciale a sei cifre o un’impronta digitale». La trovate una buona soluzione? Il test è già partito in Brasile.