Attacco hacker a EasyJet: 9 milioni di dati di passeggeri rubati

Attacco hacker ad EasyJet

Dopo il duro momento per compagnie aree a causa del lockdown del Covid19, EasyJet dovrà affrontare un altro problema ancor più grande del previsto: recuperare e individuare il colpevole di un “sofisticato attacco hacker” all’intero (o quasi) database della società britannica.

In un comunicato stampa, EasyJet ha fatto sapere che sono stati sottratti ben 9 milioni di dati sensibili ai passeggeri che avevano effettuato la loro prenotazione. Chi non avesse ricevuto alcuna notifica, allora può stare tranquillo in quanto gli hacker non avuto hanno accesso ai suoi dati.

Nomi e carte di credito dei passeggeri EasyJet in mano a chi?

EasyJet ha già comunicato alle autorità britanniche, di indagare a fondo alla questione. Sul comunicato stampa si legge che i dati sottratti (informazioni personali), ammontano a 9 milioni, ma una parte di essi, esattamente 2.208 persone, hanno derubato i dati della carta di credito.

Johan Lundgren, nonché chief executive di EasyJet, ha lasciato un messaggio facendo sapere quanto segue:

«Fin dal momento in cui siamo venuti a conoscenza dell’incidente, ci è stato chiaro di dover innalzare l’allarme sui rischi di truffe online e abusi dei dati personali».

Chi di voi ha già effettuato una prenotazione su EasyJet? Avete un ricevuto un avvertimento sul possibile furto di dati?