Esami universitari online a rischio se la connessione non regge

Esami universitari online bocciato connessione internet

In vista della Fase 2 legata al Covid19, gli esami universitari si sosterranno online. La preoccupazione però, è sempre più alta a causa di una dichiarazione da parte dell’Università degli studi di Roma, Tor Vergata, che avrebbe allertato gli studenti con una connessione lenta.

La preoccupazione è che durante l’esame, il proprio collegamento internet possa cessare (proprio come è accaduto durante la Fase 1 del coronavirus in cui le reti erano a rischio down). Se dovesse mai accadere, si viene bocciati? Si rinvierà? Come funzionerà?

Esami online rinviati se si perdesse la connessione?

La preoccupazione più nasce dalle dichiarazioni sulle condizioni dettate da Tor Vergata in merito all’eventuale perdita della connessione internet, durante un esame universitario da sostenere online:

«Un malfunzionamento del sistema di ripresa, connessione o un’inquadratura non idonea comporteranno l’annullamento della prova. Per una videochiamata di gruppo di buona qualità i requisiti minimi di rete sono 500kbps (upload) / 1Mbps (download). Si raccomanda di verificare la velocità di connessione, effettuando, eventualmente, uno speed test online».

Secondo quanto interpretato dall’Università di Milano e Firenze, lo studente che perderà la sua connessione internet, non verrà bocciato. Piuttosto ci sarebbero diverse soluzioni: essere richiamato per convertire il colloquio scritto in orale, cambiare domande o annullare la prova a “rinvio”.

Soluzioni scomode, ma senza dubbio migliori rispetto al ripetere l’anno universitario. Cosa ne pensate?