L’Italia riparte senza App Immuni, ma a breve sarà pronta

App Immuni quando arriva

L’App Immuni potrebbe arrivare ben presto in Italia. Il software per smartphone, pensato per tracciare ogni potenziale contagio da Covid19, per mappare gli individui positivi e soprattutto, per monitorare coloro che hanno già effettuato i test sierologici. Sarà obbligatoria?

Prima del suo rilascio le indiscrezioni sono tante, ma sicuramente l’App Immuni non sarà obbligatoria. Si era parlato di possibili vincoli per chi decidesse di non installarla, ma la paura per la privacy di Immuni sono veramente tanti. Vi invitiamo a leggere cosa ha detto Roberto Speranza.

L’App Immuni sarà essenziale nella riapertura

A parlare dell’App Immuni è stato Roberto Speranza, per chi non lo conoscesse è il ministro della Salute. Ha voluto far presente quanto sta accadendo nel nostro Bel Paese e cosa si prospetterà per una riapertura con i fiocchi.

«L’auspicio per l’app è che da fine maggio posa avviarsi la sperimentazione. Ma potrebbe non bastare: senza che siano ancora stati attivati la app, i test sierologici ed un rafforzamento mirato dei tamponi, diventano più rischiose le ulteriori riaperture al via da oggi».

Pregliasco ci tiene poi a sottolineare:

«Test, tamponi e app rappresentano infatti lalinea di reazioneall’eventuale incremento dei contagi, che segue al fondamentale monitoraggio dei 21 parametri di rischio fissati dal ministero da parte delle regioni. Se non si fa presto a renderla operativa il rischio aumenta».