Tutti i benefici derivanti dall’utilizzo della sigaretta elettronica

Come smettere di fumare utilizzando la sigaretta elettronica. Quali sono i vantaggi di acquistare e utilizzare questo dispositivo

La sigaretta elettronica: di cosa si tratta?

Immessa sul mercato per la prima volta durante il 2003, la sigaretta elettronica venne pensata e successivamente prodotta dal farmacista cinese Hon Lik. Utilizzando gli ultrasuoni, egli aveva realizzato un prototipo molto simile a quello che oggi conosciamo, differenziandosi solo per quanto concerne il design e le funzionalità. Tuttavia, l’obbiettivo ultimo era il medesimo: creare un prodotto che potesse sostituire gli articoli a base di tabacco ma soprattutto che permettesse ai consumatori di ridurne l’uso. Ad oggi essa rappresenta, sempre di più, una valida alternativa alle sigarette tradizionali, ai sigari e alle pipe.

Infatti, pur contenendo nicotina in quantità variabile in base alle esigenze del consumatore, questa viene vaporizzata all’interno di un composto generalmente liquido, formato da acqua, glicerolo, glicole propilenico e aromi. Consulta questo articolo se vuoi scoprire di più sulla regolamentazione dell’e-cig in Italia e in Europa.

Gli ingredienti sopracitati sono studiati per rispondere alle necessità di ciascun consumatore, dal tabagista che non vuole/non riesce a interrompere il proprio vizio e cerca un’alternativa efficace, a quello che invece decide di smettere definitivamente di fumare. I liquidi presenti in commercio, infatti, sono disponibili sia con un quantitativo di nicotina inferiore a quello delle normali sigarette, che con un quantitativo pari a zero. Ciascuno dunque, può decidere se diminuire in modo graduale (e quindi ridurre il quantitativo mese dopo mese) oppure in modo netto, acquistando fin dal primo momento un liquido completamente privo di sostanze nocive o assuefacenti, portando così a zero l’assunzione di nicotina giornaliera.

Le ragioni descritte portano la sigaretta elettronica ad essere considerata, per chi desidera smettere di fumare, una soluzione utile ed efficace. Ma come funziona realmente la sigaretta elettronica? Una volta acquistato il corpo e il liquido, è sufficiente collegare le due componenti e iniziare ad utilizzarla.

Nello specifico, essa è composta di quattro parti principali:
• cartuccia: utilizzata sia come serbatoio che come filtro, essa può contenere liquidi con differenti concentrazioni di nicotina (rispettivamente: assente, bassa, media o alta). Tale componente, infatti, ha la funzione di regolare il passaggio della sostanza liquida nel cosiddetto atomizzatore. La cartuccia deve essere sostituita oppure riempita ogni qual volta il suo contenuto finisce. In base alla dimensione e alla quantità di nicotina, questa può contenere una quantità di liquido pari a 7 o 25 sigarette classiche. Tuttavia, questo valore è prevalentemente connesso alla modalità e assiduità d’uso di ciascun utente;
• atomizzatore: strumento situato nella parte centrale della sigaretta elettronica, è formato da una componente riscaldante, in grado di vaporizzare il contenuto della cartuccia. Si tratta di una procedura essenziale, in grado di garantire al tabagista la medesima sensazione provata durante il consumo di una sigaretta di tipo tradizionale. È importante ricordare come l’atomizzatore necessiti di essere sostituito periodicamente, in quanto svolge una funziona costante all’interno del processo;
• batteria ricaricabile: componente voluminosa della sigaretta elettronica, può svolgere il proprio ruolo in due modalità differenti. La batteria ricaricabile può, infatti, contenere un sensore di flusso, attivato al momento dell’utilizzo, oppure può essere attivata dall’utente, mediante un pulsante di alimentazione che necessita di essere premuto durante l’inspirazione. Ciascuna sigaretta elettronica può dunque segnalare l’accensione del dispositivo e dunque della batteria, mediante una spia luminosa. La ricarica può avvenire tramite cavo con presa USB oppure tramite appositi dispositivi o basi di ricarica (alcuni di essi simulano la forma di un pacchetto di sigarette);
• accessori: ciascun modello di sigaretta elettronica può essere dotato di differenti accessori come batterie, atomizzatori e custodie.
Comprese le diverse funzioni delle componenti, risulta più chiaro come questo dispositivo permetta, a chi lo utilizza, di inalare vapore, talvolta aromatizzato, evitando così l’assunzione di prodotti derivanti dalla combustione del tabacco, responsabili di danni e problematiche all’apparato cardio-respiratorio. Non solo, essa viene considerata dai tabagisti e dagli esperti un ottimo alleato per chi desidera smettere di fumare, alleviando la dipendenza da nicotina ed evitando che possano insorgere malattie dell’apparato respiratorio e molte altre condizioni connesse a questa pratica.

Perché preferire la sigaretta elettronica a quella tradizionale?

Come anticipato, la sigaretta elettronica viene utilizzata principalmente da chi desidera smettere di fumare o ridurre l’utilizzo di prodotti a base di tabacco. Tuttavia, pur non essendoci un’evidenza scientifica dei benefici di questo dispositivo, la maggior parte dei consumatori che la utilizza abitualmente (sostituendola in toto a quelle tradizionali) si dichiara soddisfatto del risultato ottenuto. Infatti, secondo le testimonianze di chi ha testato questo metodo, è possibile ridurre progressivamente il quantitativo di nicotina presente all’interno dei liquidi da vaporizzare fino al raggiungimento di un prodotto privo al 100% di tale sostanza (responsabile della dipendenza). Non solo, considerando che la e-cigarette è stata studiata come strumento per utilizzo temporaneo e non come soluzione definitiva al tabagismo, secondo alcune statistiche è emerso che un’alta percentuale di coloro che utilizzano la sigaretta elettronica hanno riscontrato numerosi benefici in fatto di salute e di dipendenza dalla nicotina. Quest’ultima, infatti, modificando mese dopo mese il dosaggio, smette di rappresentare una necessità per il tabagista, fino ad azzerarne completamente la sensazione di necessità che prima si manifestava procurando appunto dipendenza. Un’altra caratteristica che aumenta notevolmente il livello di gradimento di questo prodotto è la possibilità di personalizzare il gusto del liquido e di conseguenza del vapore inalato, favorendo la diminuzione dell’acquisto delle sigarette tradizionali. Acquistando aromi gradevoli per il proprio palato, infatti, si viene invogliati all’utilizzo della sola sigaretta elettronica.

I liquidi per la sigaretta elettronica

Nei negozi specializzati e online è possibile acquistare una vasta gamma di articoli per la sigaretta elettronica tra cui i liquidi, prodotti essenziali per il funzionamento dello strumento. Non solo, questi ricoprono un ruolo fondamentale nell’obbiettivo di molti acquirenti, ovvero porre fine al proprio vizio legato al fumo, o almeno portarlo a una diminuzione. Questo può avvenire perché permettendo al consumatore di scegliere il gusto che più preferisce, quest’ultimo potrà associarlo all’azione stessa del fumare, rendendola gradevole solo in relazione alla sigaretta elettronica, maggiormente godibile in fatto di gusto e aroma. Ciò che avviene, in sintesi, è una sorta di distrazione nei confronti dell’assenza o dell’eventuale diminuzione graduale della nicotina. Questo rende ancor più efficace l’utilizzo di questo dispositivo. All’interno di questi prodotti vi sono, infatti, un aroma, Glicole propilenico (PG), Glicerolo vegetale o glicerina vegetale (VG) che non presentano alcuna controindicazione se assunti, tramite inalazione, attraverso l’utilizzo di una sigaretta elettronica sicura e di qualità.
Collegandosi a terpy.it è possibile reperire numerosi liquidi aromatizzati per sigarette elettroniche. Lo store si distingue per l’elevata qualità dei prodotti e per l’ampio assortimento. Lo shop online effettua spedizioni in giornata e consegne in 24/48 ore. In breve tempo, dunque, è possibile ricevere a casa propria i migliori liquidi e ricariche per sigarette elettroniche in gusti particolari e unici.