A 9 anni crea il gioco per sconfiggere il coronavirus

Lupo Daturi Cerba 20 per sconfiggere Covid 19

Lupo Daturi è il nome del ragazzino, di solamente 9 anni di Milano, precisamente del Comune di Binasco, che in un momento di quarantena, anziché sperperare il suo tempo in cose futili, ha preferito dimostrare la sua forte passione per l’informatica, realizzando un videogames contro il coronavirus.

Se da un lato, ci sono aziende come Sony che regala titoli, poi c’è chi come Lupo Daturi, che solamente a 9 anni, si dedica all’invenzione di un gioco, con l’obiettivo di annientare definitivamente il virus Covid19, affinché possa porre fine alla pandemia che costringe a restare a casa.

Come funziona il gioco di Lupo Daturi contro il Covid-19

Cerba 20 sarà il nome della navicella con cui Lupo Daturi vorrà combattere il Covid-19. Il funzionamento è semplice o almeno, per chi ci giocherà, non per la programmazione a cui ha messo mani, un bambino prodigio di 9 anni.

La navicella avrà delle armi per sconfiggere il coronavirus, infatti si potranno usare missili, laser e mine. Da grande si vede un ingegnere informatico e nessuno ci toglie dalla mente, che lo diventerà.

La passione per il mondo digitale, l’ha presa sicuramente dal suo papà, che oggi è partners di una società di marketing online. Ma i suoi passatempi non finiscono qui, infatti ama sciare, suonare la chitarra e persino fare subacquea. Cosa ne pensante di Lupo?