Honor 9X Pro recensione: buon rapporto qualità prezzo, un po’ carente il software

In risposta allo smartphone Huawei P40 Lite, Honor ha deciso di lanciare sul mercato il nuovo 9X Pro al costo di 249 euro. Si tratta di una cifra decisamente non alta per gli standard del momento. Ad ogni modo, ne vale la pena?

Attraverso quest’approfondita recensione scopriremo tutti gli altarini di questo dispositivo. Iniziamo col dire che ha una memoria interna da 256 GB e 8 GB di RAIM, punti sicuramente a vantaggio di questo cellulare. Andiamo a vedere tutto il resto.

Caratteristiche estetiche e fotocamera di Honor 9X Pro

Dal punto di vista estetico, l’Honor 9X Pro non si differenzia molto dal predecessore. Si tratta comunque di uno smartphone dalle grandi dimensioni, ovvero, 163.1 x 77.2 x 8.8 mm, che lo rendono un po’ complesso da maneggiare con una sola mano. Nella parte laterale a destra è presente il regolatore del volume e anche il sensore fingerprint. Il lato sinistro, invece, è essenzialmente sgombro.

Il display, invece, è IPS Fullview da 6,59 pollici, la risoluzione è Full HD+. Per quanto concerne il comparto fotografico, invece, nulla cambia rispetto al predecessore. Sulla parte posteriore sono presenti tre fotocamere: una principale da 48 MP, una grandangolare da 8 MP e, infine, un obiettivo per il calcolo della profondità di campo da 2 MP. Quella frontale, invece, è da 16 MP. In modalità notturna, però, le prestazioni della fotocamera sono un po’ calanti dato che la messa a fuoco è un po’ lenta.

Hardware e software: il punto di debolezza

Dal punto di vista hardware, vediamo che a bordo è presente un HiSilicon Kirin 810. La RAM è da 8 GB mentre la memoria interna è da 256 GB espandibile con MicroSD. Dato molto rilevante per quanto riguarda questo dispositivo è l’estrema velocità di lettura e scrittura delle memorie. L’aspetto software, invece, è quello che lascia un po’ più a desiderare.

Il sistema operativo è un Android 9 Pie e non sono presenti i servizi Google. L’interfaccia, invece, è EMUI. Tra le varie carenze di questa sezione vi è, ad esempio, l’assenza del riconoscimento facciale, oppure il doppio tocco per rendere attivo il display. L’assenza dei servizi Google, però, ha un vantaggio, ovvero, quello di consentire alla batteria di durare molto di più. Essa è da 4000 mAh ma, dato che non sono presenti i servizi sopra citati, non ci saranno sincronizzazioni costanti.