Remake Resident Evil 3, critiche per l’outfit Jill Valentine modificato

Jill Valentine skort remake Resident Evil 3

Da quando è uscita la versione digitale del remake di Resident Evil 3, i fans della società sviluppatrice Capcom, si sono lamentati per un cambio visibile all’outfit del bellissimo personaggio Jill Valentine. Ma per quale motivo tale cambiamento? Cosa è accaduto?

Nell’attesa che Resident Evil approdi su Netflix, i videogiocatori stanno criticando la scelta di Capcom, ovvero cambiare il costume di Jill Valentine. Prima del remake, la ragazza del titolo indossava degli abiti scollati, ma che nel tempo sono divenuti una vera icona del gioco.

Jill Valentine veste troppo sexy: Capcom cambia outfit

Jill Valentine è conosciuta fin dalla prima uscita di Resident Evil, nel 1999, con il suo top smanicato blu elettrico, una felpa attorno alla sua vita e la minigonna. Ma nel remake 3, quest’ultima sarebbe stata sostituita da uno skort. Un mix tra pantaloncini corti e “gonna”.

Molto probabilmente, gli sviluppatori avrebbero voluto applicare una censura, con le nuove tecnologie capaci di mostrare una grafica sempre più vicina alla realtà. Con una minigonna e in certi contesti, in Jill Valentine trasparivano dei dettagli intimi, poco etici.

A sottolineare la differenza dell’outfit in Valentina, è proprio un post su Twitter da parte di una (crediamo) fan.