Amazon si ferma (in parte): consentiti solo beni essenziali

Amazon limite spedizioni beni di prima necessità

Dopo l’ultimo discorso di Giuseppe Conte, tenutosi la sera di sabato 21 marzo 2020, Amazon segue le sue direttive e decide di fermare parte della sua attività. Il colosso dell’e-commerce, invierà la sua merce esclusivamente come priorità a “beni di prima necessità“.

Decisione drastica quella di Jeff Bezos, che purtroppo non ha potuto decidere altrimenti. La normativa entrerà in vigore a partire da domenica 22 marzo 2020. Ma quali sono i prodotti che Amazon ritiene opportuno, considerarli come prioritari?

Elenco di prodotti e beni concessi da Amazon

Dopo il ritiro di Prime dalla Solidarietà Digitale, arriva un’altra notizia decisamente sconvolgente per i clienti abituali di Amazon. Il colosso statunitense limiterà gli ordini per dar spazio nei suoi magazzini, ai beni di prima necessità e prioritari (genere alimentare, accessori per mamme e bambini) etc.

Nello specifico, ecco l’elenco dei prodotti:

  • Articoli per bambini
  • Apparecchiature per la salute
  • Oggetti per la casa
  • Articoli per la bellezza e la cura della persona
  • Beni alimentari
  • Forniture industriali,
  • Forniture scientifiche
  • Materiale e cibo per animali domestici.

Al momento la limitazione comprenderà esclusivamente Italia e Francia, il cui periodo attualmente assicurato, sarà fino al 5 aprile 2020. La reputate una scelta giusta oppure sbagliata? Uno sfizio non più concesso, durante questi attimi di quarantena.