Presto un SUV cinese per prevenire il coronavirus: come farà?

Geely Holding Group SUV per il coronavirus

Sembra quasi un’auto di fantascienza, quella che metterà in vendita Geely Holding Group, nonché un’azienda automobilistica molto nota agli amanti di quattro ruote. La stessa che ha dato vita a colossi come Lotus, Volvo e Polestar. Ma quale sarà il suo punto forte?

L’automobile di Geely Holding Group è stata progettata per combattere il coronavirus, o meglio, questo sarà il messaggio pubblicitario di marketing adottato dalla società. Attraverso un sistema e purificatore d’aria, si potranno tenere lontani virus e batteri di ogni genere.

Come sarà il SUV di Geely Holding Group

Il design minimal adottato, e le features per una guida avanzata e iper tecnologica del SUV ibrido di Geely Holding Group, sarà niente rispetto al sistema di purificazione d’aria, progettato per annientare i batteri. Ecco il comunicato dell’azienda automobilistica cinese:

«In risposta all’epidemia del Coronavirus, Geely Auto ha progettato in tempi record un nuovo Intelligent Air Purification System (IAPS) con certificazione N95».

«Il purificatore d’aria, lavora in sinergia con il sistema di aria condizionata della ICON per isolare ed eliminare ogni elemento dannoso all’interno dell’abitacolo, inclusi virus e batteri».

Purtroppo però, questa strategia agli occhi di tanti esperti, risulterebbe poco etica e fuorviante. Il motivo? La certificazione N95 sostiene che le particelle proteggeranno fino a 0.3 micron, ma il coronavirus per esempio, è stimato tra 0.06 e 0.14 micron.