Batterie al grafene in via di rilascio? Come cambierà il ciclo vitale

Batterie al grafene in arrivo

Pochi mesi vi anticipammo della probabile uscita delle batterie al grafene. Una tecnologia studiata non solo per allungare il ciclo vitale di quest’ultime, bensì per garantire una ricarica in brevissimo tempo. Le indiscrezioni annunciano che saranno pronte a breve.

Sappiamo già che Huawei starebbe pensando di integrare la batteria al grafene sul P40 Pro, ma attualmente nessun produttore ha confermato o svelato le reali intenzioni. A specificare la loro breve uscita sul mercato è la stessa società che li produce, Real Graphene.

Batterie al grafene in arrivo: che cosa cambia?

Il CEO nonché amministratore delegato di Real Graphene, ha specificato che tali batterie sono composte da uno strato di un singolo atomo di carbonio. I vantaggi (come annunciato in precedenza) sono essenzialmente due:

  1. Ricarica ultra rapida: in soli 20 minuti la tecnologia consentirà di caricare al 100% una batteria da 3.000 mAh (60 W).
  2. Vita media allungata: rispetto ai 300 o 500 cicli delle batterie tradizionali, quelle al grafene riusciranno a compierne 1500.

Sembra proprio che ci sarà una bella rivoluzione riguardo le batterie degli smartphone. Adesso la domanda è solo una, quali produttori decideranno di integrare questa tecnologia per i propri device? Al momento sappiamo solo che Huawei potrebbe essere tra le prime. Voi chi altro pensate?