Ecco come sta andando l’intelligenza artificiale su Gmail

Funzioni di intelligenza artificiale su Gmail Google

Da quando su Gmail venne integrato un sistema di intelligenza artificiale, molti utenti si riterrebbero molto più soddisfatti del servizio di posta elettronica offerto dal colosso californiano. Il motivo è semplice: determinate azioni hanno semplificato la vita degli utilizzatori.

La AI è stata introdotta in diversi settori informatici e tecnologici, compresi i provider dei colossi. Una delle funzionalità più apprezzate su Gmail è la capacità di completare le frasi, che è stata rinominata smart compose. E come starebbe andando attualmente?

Gmail e il successo del deep learning

Gli esperti lo chiamano “apprendimento profondo“, che a sua volta è comunemente riconosciuto sotto il termine di deep learning. Google avrebbe sviluppato un algoritmo potente, tanto da consentire a Gmail di riconoscere e anticipare la frase di un utente.

Ecco quello che al momento il provider di posta elettronica di proprietà Big G permette di fare:

  • Correzione automatica: corregge l’uso delle lettere minuscole, maiuscole, punteggiatura e doppie.
  • Smart compose: in base all’esperienza di scrittura di un utente, l’algoritmo prevede e compila automaticamente il messaggio da scrivere.

Al momento queste due funzioni sembrerebbero rispettare le promesse mantenute. La correzione automatica è facoltativa. Voi come vi trovate con quest’ultime?