Google Pixel 4 XL, test di durabilità: ecco come si comporta (VIDEO)

Test di durabilità sul Google Pixel 4 XL

Il Google Pixel 4 XL è stato sottoposto al test di durabilità di JerryRigEverything. Dalle varie prove è emerso che il dispositivo ha complessivamente una buona resistenza agli urti e ai graffi. In merito alla flessibilità, invece, si comporta in modo differente a seconda dei casi.

Altro appunto da tenere a mente riguarda la resistenza all’acqua e le modalità adoperate per analizzare questo aspetto. Nonostante sia un dispositivo comprensivo di questa certificazione, l’esaminatore ha fatto i test ad una profondità di solo 1 metro e mezzo.

Buona resistenza ai graffi del Google Pixel 4 XL

Il test di durabilità di JerryRigEverything ha messo a dura prova il Google Pixel 4 XL. Tutti coloro i quali sono interessati ad acquistare questo dispositivo farebbero bene a leggere attentamente questo articolo. Il suo costo, infatti, è abbastanza alto, dal momento che si aggira sui 900 e 1000 euro a seconda della memoria di archiviazione scelta. Pertanto, risulta opportuno prendere in esame tutte le eventuali pecche.

In merito ai graffi e ai tagli, l’esaminatore ha adoperato un taglierino molto affilato per valutare il comportamento dell’apparecchio elettronico. Ebbene, esso ovviamente si è scheggiato, tuttavia, ha resistito come la media degli altri dispositivi di questo target di riferimento. Il vetro adoperato, infatti, è protetto da Gorilla Glass 5 che conferisce allo smartphone un’ottima durabilità.

Un po’ di pecche sui test di flessibilità

Un po’ differente è, invece, il risultato per quanto riguarda il test di flessibilità. Il Google Pixel 4 XL, infatti si comporta in modo differente a seconda di dove viene esercitata la pressione. Nel momento in cui l’esaminatore l’ha esercitata verso l’esterno del dispositivo, esso è rimasto essenzialmente invariato. Quando, però, l’ha fatta verso l’interno, la parte superiore dello schermo, quella adiacente alla fotocamera, si è spaccata in più punti.

A venir meno sono stati essenzialmente i lati del cellulare. Probabilmente, il problema risiede nelle antenne, le quali risultano essere il punto debole di questo dispositivo. In merito alla resistenza all’acqua, invece, il Google Pixel 4 XL è idrorepellente ma gli esami sono stati fatti ad una profondità di soli 1 metro e mezzo. L’iPhone 11 Pro, invece, è andato fino ad una profondità di 4 metri.