Fortnite ban a vita per il pro player Jarvis del FaZe Clan, giusto o no?

Pro player Jarvis del FaZe Clan ban a vita su Fortnite

Fortnite spesso è stato oggetto di critiche e diffamazioni, ma questa volta per il Battle Royale di Epic Games sarebbe stato il contrario. La software house ha deciso di applicare il ban a vita per il pro player Jarvis del FaZe Clan. Cosa avrà fatto di così tanto grave?

Effettivamente, il ragazzo ha usufruito di alcuni cheat chiaramente non permessi su Fortnite. Ma a difenderlo è un altro viso esperto in videogames, lo youtuber e game video player, “Ninja“, molto conosciuto sulla Battaglia Reale di Epic Games e dal nome reale di Tyler Blevins.

Tyler Blevins incinta Epic Games ad essere più clemente

Epic Games sembra proprio non volerne sapere più nulla, nonostante Tyler Blevins abbia espresso il suo dissenso riguardo il ban a vita di Jarvis del FaZe Clan, il pro player non potrà più accedere a Fornite. Ma perché lo youtuber Ninja lo difenderebbe così tanto?

Sul web si legge esplicitamente la dichiarazione di Tyler, che citiamo quanto segue:

Jarvis è ancora molto giovane, penso semplicemente che sia uno stupido ragazzino che ha preso una stupida decisione, senza davvero aver pensato a cosa stava facendo. Ma non era un torneo, e non era neppure una Cash Cup, quindi al limite avrebbe dovuto ricevere un ban di sei mesi. Addirittura a vita?”.

A questo punto quello che pensiamo è che Jarvis del FaZe Clan abbia ottenuto un “ban” che poteva esser gestito diversamente. Per esempio, dal momento in cui il ragazzo l’ha usato su un account secondario e non in competizioni o tornei, perché non “ammonirlo” con una prima punizione più soft?

Per chi se lo stesse chiedendo il nome del cheat usato è l’aimbot. Un particolare robot che aiuta a prendere la mira correttamente e in alcuni casi, a sparare da se. E voi cosa ne pensate?