Tutti possono sbloccare un Galaxy S10: la grave vulnerabilità

Samsung Galaxy S10 vulnerabilità sblocco schermo

Una delle vulnerabilità più gravi e apparse negli ultimi giorni sul Samsung Galaxy S10 è la possibilità di poter sbloccare lo smartphone, con qualsiasi impronta digitale seppur differente da quella del reale proprietario. L’accaduto è stato raccontato dal magazine The Sun.

Le previsioni del successo Samsung si sono rivelate esattamente come erano state comunicate. Peccato però, che con molta probabilità lo smartphone top gamma del colosso sud coreano potrebbe coinvolgere gran parte delle unità. Ma cos’è successo esattamente?

Samsung conferma i problemi con il lettore ottico

Ricordiamo che a differenza degli smartphone, Samsung ha installato sul Galaxy S10 un lettore ad impronte digitali a ultrasuoni. Ciò consente di poter sbloccare il device senza neppure attendere che lo schermo si illumini. Qualcosa però sembrerebbe esser andato storto.

Il fattaccio è accaduto in Inghilterra, quando la donna “vittima” della vulnerabilità del lettore a impronte si è accorta che il marito è riuscito a bloccare il Galaxy S10 senza che quest’ultimo avesse mai memorizzato i suoi polpastrelli o dita delle mani.

La ragazza sottolinea che il problema si è verificato nel momento in cui il marito stava per mettere una pellicola protettiva (acquistata per neppure 3 sterline sul sito Ebay) e nel contempo lo smartphone avrebbe riconosciuto delle impronte incognite.

Chiaramente la proprietaria per togliersi ogni dubbio contattò la sorella avente lo stesso modello, e le chiese di effettuare la prova con uno “sconosciuto”. Dopo aver presso la stessa grave vulnerabilità, la donna contattò il quotidiano Reuters.

A quest’ultimo rispose Samsung stessa: “Samsung Electronics è al corrente del malfunzionamento del lettore di impronte di Galaxy S10 e rilascerà a breve una patch software“.

Nell’attesa del bug fix vi invitiamo a salvare il metodo di impronte per app importanti, come quella bancaria.