SIM italiane a rischio clonazione: pericolo per i conti correnti

Truffa SIM Swap Scam operatori italiani

Lo chiameremo il fenomeno del SIM Swap Scam. Una delle disattenzioni più gravi del web è nel momento in cui, un utente rilascia delle informazioni personali che potranno essere acquisite da qualsiasi persona presente sulla stessa piattaforma social network.

Con il metodo che a breve vi spiegheremo infatti, il malvivente riuscirà a clonare la scheda telefonica, affinché possa in un secondo momento riuscire ad accedere anche ai servizi di home banking e di conseguenza svuotare i conti correnti bancari. Come ce la fanno?

Come funziona il metodo SIM Swap Scam

Ad essere coinvolti nella truffa ci sono tutti gli operatori mobili più noti in Italia: Iliad, TIM, Vodafone e Wind-Tre. Dopo che il criminale ha ottenuto i dati necessari della vittime, gli basterà richiedere un modulo per ottenere un duplicato della scheda.

A questo punto proprio grazie al metodo SIM Swap Scam avverrà la truffa: la seconda scheda telefonica annullerà il funzionamento della prima (quella della vittima). Il criminale potrà richiedere anche l’accesso al conto, dato che ormai l’autenticazione è tramite numero.

Ad intervenire sulla vicenda è stato anche l’esperto Alessandro Rossetti di Business Unit Digital Trust di Soft Strategy, il quale suggerisce di accedere a queste applicazioni bancarie o di essenziale importanza, tramite i token fisici o dati biometrici.