Apple elimina dal suo Store, l’app che traccia la polizia

Apple rimuove l'app HKmap.live in Hong Kong

Nel corso del suo tempo, Apple ha assistito a diverse accuse da aziende o da gente che non ha apprezzato alcune applicazioni decisamente infamatorie o negative. A proposito di ciò, di recente Cupertino è stata costretta ad abolire dall’App Store, HKmap.live.

Il programma è stato realizzato principalmente ad Hong Kong e la sue azioni sarebbero state ritenute illegali da Apple. A questo punto il colosso non ha potuto far altro che provvedere alla sua rimozione. Grazie a questa mossa ha evitato un’altra denuncia.

Perché Apple ha eliminato KHmap.live

Dopo quello che è successo recentemente in merito all’accusa ad Apple per aver influenzato un giovane a diventare omosessuale, la società di Tim Cook ha prestato maggiore attenzione alle applicazioni presenti sul suo Store.

Il software HKmap.live aveva l’obiettivo di funzionare come tracking della polizia, ovvero era possibile monitorare ogni loro movimento. Dapprima Apple era restia alla sua approvazione, poi però dopo essersi decisa venne subito attaccata dal Quotidiano del Popolo.

Una accanimento decisamente motivato, tant’è che Cupertino solo dopo venne a sapere che l’applicazione veniva usata dai criminali, per minacciare la pubblica sicurezza, per compiere i furti laddove non ci fossero forze dell’ordine e per tentare agguati alla stessa polizia.