Mentre Sony annunciava PS5, qualche dipendente perdeva il posto

Jim Ryan licenziamenti Sony PlayStation 5

In un momento in cui Sony Corporation annunciava felicemente le caratteristiche tecniche e l’uscita ufficiale di PlayStation 5, qualche dipendente interno stava per perdere il lavoro. Questa è l’indiscrezione annunciata dal sito web Video Game Chronicle.

Ovviamente al momento, non essendo arrivata alcuna ufficialità da parte del colosso giapponese, non possiamo affermarvi quanta verità ci sia in quel che abbiamo accennato. Ma cerchiamo di capire meglio cosa sarebbe accaduto in quei drastici momenti.

La riorganizzazione dipartimentale di Sony

In data martedì 8 ottobre 2019, gli esponenti del dipartimento americano di Sony, si sarebbero presentati nella sede Interactive Entertainment Europea (SIEE) per annunciare una riorganizzazione di alcune aree operative.

Nello specifico quest’ultimi avrebbero dichiarato di dover licenziare e sostituire il personale che fino ad allora, si sarebbe occupato delle pubbliche relazioni e del marketing. In quello stesso momento sarebbe stata mandata una notifica ai dipendenti da licenziare.

Prima che avvenisse la suddetta “ristrutturazione lavorativa”, ogni dipartimento (sia europeo che statunitense) operava da se. Il cambiamento effettivo è avvenuto con il nuovo presidente Jim Ryan (diventato anche CEO).

Dopo aver preso il comando, Jim Ryan avrebbe comunicato proprio nel momento in cui il dipartimento comunicativo stava rilasciando informazioni su PS5, il licenziamento di alcuni dipendenti. Uno di essi, su un post Twitter (poi cancellato), si sarebbe sfogato:

Non sopporto il fatto che tutto ciò passerà in secondo piano dopo l’annuncio di PlayStation 5“. Sarà andata davvero così? Attendiamo un’eventuale ufficialità di Sony.