Uno studio dimostra che l’umore è influenzato dalla carica della batteria

Studio Thomas Robinson umore batteria smartphone

Per molti potrebbe essere una assurdità, ma per Thomas Robinson, insegnante presso la  Cass Business School londinese, non è così. Il docente ha infatti, condotto uno studio approfondito in cui dimostra che la carica della batteria di uno smartphone influenzerebbe i nostri umori.

Il motivo è legato al fatto che ormai, gli smartphone sono oggetto essenziale delle nostre vite. In ogni momento della nostra vita sentiamo la necessità di portar con se il dispositivo elettronico. Cerchiamo di analizzare attentamente lo studio del professore Thomas Robinson.

La batteria scarica ci mette di malumore, lo studio

La ricerca è stata una condotta su un numero di persone indefinite, con età e stili di vita differenti. Robinson ha accurato che tutti gli individui aventi il 30% di carica della batteria del loro smartphone, si sentono in ansia, con malumore e a volte forti timori.

Tempo fa vi parlammo del progetto della batteria al floururo affinché venisse prolungata l’autonomia del device. Un’iniziativa che a detta del professore dell’istituto di Londra, si potrebbe rivelare essenziale per la positività del genere umano.

Viceversa, una carica completa dello smartphone rassicurerebbe interiormente e psicologicamente, al punto tale da rendere la giornata più positiva e con ottimi propositi. Anche voi avete notato la differenza di umore tra batteria carica e scarica?