Spotify cambia policy per fermare i “furbi” del pacchetto Family

Spotify cambia termini e condizioni Premium Family

Spotify è una delle applicazioni musicali in streaming, più utilizzate negli ultimi tempi. La società stanca di assistere ai furbi che condividono l’account Premium Family con gente fuori dalla cerchia familiare, a breve modificherà la policy per evitare il fenomeno.

Proprio recentemente, la società svedese ha mandato una email a tutti gli iscritti, per informarli del cambiamento. L’unico obiettivo dell’update inerente ai termini e alle condizioni sarà quello di “verificare l’idoneità ai criteri di ammissibilità”. Come?

Spotify richiederà indirizzo e posizione

Per evitare che altri utenti si colleghino “illegalmente”, Spotify ha comunicato che ad ogni abbonato verrà chiesto di confermare l’indirizzo dell’abitazione e di dare accesso alla posizione per verificare che i dati inseriti inizialmente combacino con l’abbonamento.

Proprio recentemente Spotify ha aggiunto funzioni su Premium Family, per rendere il pacchetto ancor più interessante. In tanti credono che sia proprio questo il motivo per cui l’applicazione svedese abbia deciso di modificare i termini e le condizioni.

In ambito policy, dato che il primo cambiamento avrà effetto immediato negli Stati Uniti d’America, il popolo lamenta di assenza di privacy. In Italia le differenze si vedranno a partire dal 13 ottobre 2019, voi cosa ne pensate?