Tecnologia e videogames sovrastano il sesso tra i giovani

Più tecnologia meno sesso tra giovani

Nonostante i giovani continuano ad utilizzare app di incontri quali Tinder, Happn e similari, secondo uno studio quest’ultime non basterebbero a mantenere la vita sessuale attiva. Piuttosto sia tecnologia che videogames oramai sarebbero la priorità all’intimità.

Secondo lo studio pubblicato dal Washington Post, le abitudini dei giovani d’oggi (dai 18 ai 23 anni circa) sarebbero cambiate radicalmente. Se prima di pensava di più al sesso, le sere di questa era si intratterrebbero con cinema on demand, serie TV e giochi.

Il sesso abbandonato dal 28% del genere maschile

Ci auguriamo che l’idea di Mark Zuckerberg con il nuovo Facebook Dating per appuntamenti cambi le attuali statistiche, che ad oggi fanno preoccupare. Lo studio condotto dalla psicologa Jean Twenge dell’Università di San Diego attesta che il 28% di ragazzi, per un anno ha rinunciato al sesso.

Secondo la dottoressa la causa è dovuta al fatto che i giovani “non si incontrano più nella vita reale. C’è troppa tecnologia che li distrae, i ragazzi non hanno più alcun stimolo a crearsi una vita sociale fuori dalle mura domestiche.”

La psicologa Twenge sostiene che la tecnologia dei giorni d’oggi stia rovinando la gioventù. Sarebbe interessante rendere più appetibile la vita sessuale e sociale, piuttosto che continuare a vivere quella virtuale.