Windows 10 consumo di CPU eccessivo, Microsoft individua il bug

Bug Windows 10 consumo eccessivo CPU

Durante il week-end, molti utenti in possesso di device con Windows 10 hanno segnalato un problema significativo, un consumo eccessivo dell’unità di elaborazione centrale (nonché la CPU) che coinvolgerebbe il proprio computer. Cosa è accaduto?

Fortunatamente il team di ingegneri Microsoft, si è accorto e individuato il problema. La causa sarebbe stata di un bug che si sarebbe concretizzato sul sistema operativo a causa di un recente aggiornamento. Cerchiamo di capire bene cosa fare e quale soluzione adottare.

Microsoft individua il bug: come consumare meno CPU su Windows 10

Gli ingegneri Microsoft dopo aver esplorato il task manager, si sono accorti che il consumo eccessivo di CPU su Windows è causato dal componente “SearchUI.exe“, tra l’altro appartenente all’assistente virtuale Cortana.

L’azienda di Redmond ha dichiarato esplicitamente ai suoi utenti:

La squadra sta investigando su un problema che causa elevati consumi di CPU collegati al processo SearchUI.exe, a seguito dell’installazione dell’aggiornamento opzionale del 30 Agosto (KB4512941)”.

Nell’attesa del prossimo update che risolverà il bug, la soluzione attuale è quella di scovare il pacchetto inerente all’aggiornamento e disinstallarlo manualmente. Anche a voi si è verificato il problema? Le prestazioni del PC sono anch’esse calate?