Nintendo si scaglia contro YouTube per violazioni di copyright

Nintendo violazioni copyright YouTube

Nintendo è sempre stata attenta alle leggi sul copyright. A dimostrarlo è stato l’ultimo attacco contro YouTube, in quanto sulla piattaforma streaming sono stati individuati alcune star del web che usufruivano illegalmente di alcune musiche di videogiochi.

Nonostante la piattaforma del tubo rosso sia ben attenta anch’essa a chiunque carichi musica impropria senza autorizzazione, nei casi delle colonne sonore dei videogames, spesso sia sviluppatori che publisher si rendono più “flessibili”.

Nintendo fa chiudere canali YouTube

Dopo aver individuato i content creator, secondo il quale caricavano video in cui era presenta la musica dei videogames di proprietà Nintendo, la società giapponese ha denunciato l’accaduto per far sì che i canali chiudessero immediatamente.

A subirne le conseguenze sono stati infatti, prima GilvaSunner e successivamente il canale di proprietà BrawlBRSTMs3, il quale è stato immediatamente eliminato dalla piattaforma YouTube.

Secondo gli esperti, sembrerebbe che Nintendo abbia scoperto la violazione musicale dei suoi titoli, proprio grazie a Fire Emblem: Three Houses. Dopo un ulteriore approfondimento, il colosso di Kyoto avrebbe rilevato altre azioni illecite sul copyright.

Una situazione decisamente delicata da cui sarà difficile uscirne, persino per il tubo rosso. L’unica soluzione potrebbe essere quella di legalizzare le musiche con un catalogo a parte in vendita streaming.