Facebook creerà la “Stampa” e retribuirà le testate fidate

Facebook contro fake news, nasce la Stampa
FILE - In this April 18, 2017 file photo, conference workers speak in front of a demo booth at Facebook's annual F8 developer conference in San Jose, Calif. In a paper posted online on Thursday, April 27, Facebook security researchers said the company will monitor the efforts of those who try to hurt “civic discourse” on its service. It is also looking to identify fake accounts, and says it will notify people if their accounts have been targeted by cyber-attackers. (AP Photo/Noah Berger)

Facebook è sempre stato vendicativo nei confronti di chi crea profili falsi o peggio ancora condivide e realizza fake news. Molte volte ha provato a combattere questo fenomeno, in alcuni casi con scarso successo in altri lo ha fatto in maniera ottimale.

Dopo l’ultima strategia contro gli account fake, Mark Zuckerberg sarebbe disposto ad investire 3 milioni di dollari purché non girino più sulla sua piattaforma social, le cosiddette “fake news“. Un’impresa impossibile ma non difficile, come vorrà farlo?

Facebook selezionerà le migliori testate giornalistiche

Nonostante Mark Zuckerberg non si sia sbilanciato sulla nuova sezione “Stampa“, il suo intento è quello di garantire agli utenti notizie e approfondimenti generali basati solo su verità e fonte certe. Le sue parole ai magazine:

Per me è importante aiutare le persone a fruire di notizie fidate e trovare soluzioni che aiutino i giornalisti di tutto il mondo a fare il loro importante lavoro”.

Le indiscrezioni suggeriscono che Facebook si occuperà di selezionare le migliori testate giornalistiche e bloccare ogni bufala o fake news pubblicata al di fuori dalla Stampa. Sarà un metodo efficiente oppure le notizie false continueranno ad esistere?