Fortnite rovina i ragazzini: una madre denuncia la pericolosità

Giovanni Serpelloni dipendenza da Fortnite

Il successo di Fortnite sta dando alla testa a tanti ragazzini. A dimostrarlo è la mamma di un 14enne veronese, il quale ha spiegato e denunciato in televisione che il proprio figlio non è più lo stesso. Si chiude in casa, non esce più ed è arrivato perfino a rubare.

Il principe Harry volle bandire Fortnite per via della sua pericolosità. Effettivamente, i giovani d’oggi sono incontrollabili e i loro comportamenti sono antisociali. Nonostante possa sembrare esagerato, gli studi dimostrano che le cause derivano dai titoli

Le dichiarazioni di una madre disperata per Fortnite

La madre preoccupata ha denunciato online la disperazione per il figlio, che sembra esser dipendente dal titolo realizzato interamente da Epic Games:

«Da quando ha iniziato a giocare a Fortnite mio figlio non è più lui. Era un ragazzo con tanti interessi, allegro, vivace, mentre adesso sembra sempre assente, staccato dalla realtà».

Infine il genitore ha comunicato di aver visto un figlio “ladro”. A tal punto di aver rubato soldi in casa per acquistare look e nuove battaglie per il titolo. A comunicare quanto sta accadendo è Giovanni Serpelloni, nonché il responsabile dell’U.L.S.S, il quale dice:

«Il fenomeno legato a Fortnite non è ancora di massa, ma stanno aumentando i ragazzini con dipendenza da tecnologia digitale che mentalmente vivono esclusivamente in ambienti virtuali. Dal 15 al 18% della popolazione giovanile è a rischio; il rischio maggiore è tra gli 11 e i 16 anni».