«Apple non è in crisi», l’affermazione e ‘dimostrazione’ di Wedbush

Apple analisti wedbush vendite stabili

L’ultima volta ci siamo lasciati con una notizia poco positiva per Apple, ovvero che i futuri iPhone 11 non riusciranno (a detta degli analisti) a far sì che la società di Cupertino possa aumentare le sue vendite nel lungo periodo. Un’affermazione che qualora fosse vera, ci vorrà una soluzione istantanea.

Contrariamente a quanto letto fino ad oggi, la smentita arriva direttamente dalla società finanziaria Wedbush Securities. Il loro team di esperti in analisi pensa invece, che il colosso gestito da Tim Cook possa raggiungere le vendite previste entro fine anno.

Apple potrà raggiungere 180 milioni di unità vendute

L’obiettivo di Apple per chiudere positivamente l’anno è quello di raggiungere almeno 180 milioni di unità vendute. Numeri che potrebbero sembrar troppo alti per qualcuno, tranne che per la società di Wedbush Securities.

Sempre secondo gli analisti dell’azienda californiana, il risultato diventerebbe raggiungibile grazie alla futura uscita di AirPods 3, ma soprattutto dopo che Cupertino ha abbassato nuovamente i prezzi in Cina.

Per gli auricolari invece, ci sarà da aspettarsi prezzi certamente più alti. Il motivo è che Apple abbia pensato ad un modello pro e concentrandosi a rivoluzionare il design, renderli impermeabili e soprattutto aumentarne le prestazioni.