Trump fa un passo indietro con Hauwei, in ripresa la commercializzazione

Donald Trump consente commercio Huawei summit G20
US President Donald Trump and China's President Xi Jinping attend a bilateral meeting on the sidelines of the G20 Summit in Osaka on June 29, 2019. (Photo by Brendan Smialowski / AFP)

Dopo un periodo piuttosto delicato a causa del ban Huawei sancito da Donald Trump, nelle ultime ore il Presidente degli Stati Uniti d’America avrebbe fatto un passo indietro e aver consentito alle aziende statunitensi, di poter vendere i loro prodotti nuovamente al colosso cinese.

Una decisione che in un primo momento risulterebbe piuttosto ambigua, ma soprattutto poco razionale. Dopo l’arrivo del comunicato in via ufficiale, Donald Trump ha giustificato la decisione, sempre sottolineando l’interesse per tutelare il popolo mondiale e americano.

Summit G20: cosa cambia dopo l’incontro Trump – Xi Jinping?

I due politici, da una parte Donald Trump e dall’altra Xi Jinping, dopo aver discusso al summit relativo al G20, entrambi hanno deciso di mettere un freno alla guerra commerciale tra gli Stati Uniti d’America e la Cina.

Questo però (almeno per il momento), non significa che Huawei verrà rimossa dalla black list, ma Google, Intel, Microsoft, Qualcomm e tutti gli altri produttori americani potranno riprendere la commercializzazione a Huawei.

Donald Trump infatti, giustifica così:

Le aziende statunitensi possono vendere le loro apparecchiature a Huawei. Stiamo parlando di apparecchiature rispetto alle quali non esiste un grande problema di sicurezza nazionale”.

Ricordiamo però, che il presidente degli USA ritiene tutt’oggi pericoloso che Huawei possa operare su reti 5G, per via del pensiero sulla probabilità che il colosso cinese spii.