Scovato un nuovo prototipo successore di Google Home

Visalia prototipo al posto di Google Home

Se ancora non aveste acquistato il Google Home, forse sarebbe meglio attendere l’arrivo del futuro “Visalia“. Al dispositivo è stato assegnato questo nome in codice e potrebbe rappresentare il successore dell’attuale assistente virtuale del colosso di Mountain View.

Nonostante Google Home abbia fatto progressi, come ad esempio l’integrazione con YouTube Music, l’azienda californiana non demorde, piuttosto punta all’innovazione. La scoperta del prototipo Visalia è stata scovata all’interno del sistema operativo Fuchsia.

Visalia spunta sul codice sorgente di Fuchsia

Fino ad oggi il codice Fuchsia di Google, nonostante sia open-source è sempre risultato affidabile. Chiaramente non tutti i prodotti scovati al suo interno, si son poi rivelati commercializzabili.

Al momento però, agli appassionati di smart speaker piace pensare che un nuovo prodotto potrebbe ben presto essere il successore di Google Home. Anche perché le caratteristiche al momento accennano solo a quello:

  • SoC AS370
  • 512 MB di RAM

Non a caso quest’ultimi hardware sarebbero stati realizzati da Synaptics, azienda leader nel settore dell’interfacciamento umano con i dispositivi tecnologici. Qualora fosse davvero così, vi piacerebbe l’idea che Visalia potesse sostituire il caro e amato Google Home?