Android ospita ufficialmente Tor, il browser che tutela la privacy

Web browser Tor disponibile Android

Android è finalmente lieto di ospitare e annunciare l’arrivo ufficiale di Tor. Per chi non lo conoscesse, il browser funziona allo stesso modo di tutti i suoi diretti concorrenti, con l’unica differenza più importante: non rivela l’identità degli utenti.

Per l’applicazione che consente di navigare online e ad oggi più conosciuta, Google Chrome, tra non molto potrebbero iniziare i veri problemi. Tra l’arrivo di Kiwi e quello attuale che utilizza la navigazione anonima e crittografata, la concorrenza si fa interessante.

Tor su Android è pronto: la privacy al primo posto

La buona notizia per coloro che tengono alla privacy, si basa sulla funzione primaria di Tor, ovvero crittografare l’algoritmo dei server e nascondere gli indirizzi IP degli internauti per evitare che quest’ultimo possano esser tracciati per le sponsorizzate sui canali web.

Al momento oggi, i web browser utilizzano i tracking per monitorare il comportamento degli utenti e le loro ricerche. Chi utilizzerà il software realizzato dai due sviluppatori Roger Dingledine e Nick Mathewson, saranno essenzialmente giornalisti e attivisti.

Perché soprattutto queste due categorie potrebbero essere fortemente interessate? Proprio per via del fatto che non verranno tracciati e le loro ricerche lavorative non influenzeranno i risultati, nel momento in cui navigano online per passatempo. Lo ritenete utile?