Sui magazzini di Amazon niente robot, i dipendenti possono far festa

Robot Amazon magazzini automazione

Una delle preoccupazioni più grandi per i dipendenti di Amazon, si riferisce all’automazione grazie a dei robot che potrebbe realizzare il colosso dell’e-commerce, per far sì che i loro magazzini vengano gestiti da queste “macchine”, piuttosto che dagli umani.

Effettivamente la crescita della piattaforma di commercio elettronico più grande al mondo è in continuo sviluppo. Ma davvero i robot sarebbero in grado di sostituire il lavoro umano? A tal proposito ha voluto esprimere il suo parare, Scott Anderson, nonché responsabile delle automazioni.

Scott Anderson dalla parte dei dipendenti

Le parole si Scott Anderson fanno tirare un sospiro di sollievo ai dipendenti di Amazon. Infatti il responsabile delle automazioni ha spiegato che prima di pensare ai magazzini, ci vorranno almeno altri 10 anni.

Inoltre, sempre il responsabile Anderson sostiene che il lavoro umano non potrà mai essere eguagliato a quello che compierebbe un robot. Per spiegarlo infatti, ha sintetizzato quanto segue:

Mettiamo che io voglia delle banane. Io le voglio acerbe, un altro utente le vuole mature. Come fa un robot a distinguere le une dalle altre?”

Infine, il vicepresidente ha spiegato inoltre che l’obiettivo attuale di Amazon è quello di portare le consegne degli ordini Prime ad un giorno, anziché due.