Ancora guai per Google che finisce sotto il mirino dell’Antitrust

Google Adsense multa Antistrust inserzioni pubblicitarie

L’Antitrust Europeo monitora ancora una volta Google e la terza multa per il colosso arriverebbe entro la settimana prossima. La commissione che tutelerebbe la concorrenza leale delle imprese, questa volta incrimina Big G per “manipolazioni sulle pubblicità“.

A rivelare quanto starebbe per accadere è il giornale Financial Times che tra l’altro, sostiene che a capo dell’Antitrust ci sarebbe la politica danese Margrethe Vestager, e proprio lei stessa provvederebbe a sancire la sanzione a Google.

Sanzione Google a causa della piattaforma Adsense

Dopo un’indagine completa dell’Antitrust Europeo, si è arrivati alla conclusione che Google manipolerebbe l’80% delle inserzioni pubblicitarie soprattutto grazie alla sua piattaforma intermediaria, Adsense.

Sotto accusa infatti, non ci sarebbe soltanto il colosso di Mountain View che ha dato vita al motore di ricerca più usato al mondo, bensì anche le società che in un certo senso possono esser ritenute coinvolte e di conseguenza colpevoli.

I commissari infatti hanno dichiarato e asserito che

Google inserirebbe le pubblicità collegate alle ricerche direttamente nel sito di ricerca, ma lo fa anche come intermediario in siti terzi attraverso la piattaforma AdSense for Search: si pensi ai siti internet di rivenditori online, operatori telecom e quotidiani“.

Ad oggi non sappiamo quanto sia l’ammontare della multa, anche se Big G in fase di udienza si è sempre ritenuta “innocente” e non intende ammettere ciò di cui è incriminata.