Microsoft avvia il mirroring tra Android e Windows 10: usare le app da PC

Mirroring Android Windows 10 gestione remoto

Microsoft sta lavorando sul mirroring tra Android e Windows 10. Ma cosa significa? Che sul nostro computer avremo la possibilità di utilizzare in remoto, tutte le applicazioni installate sullo smartphone e sfruttando le loro potenzialità.

Al momento i fortunati iscritti al programma di Windows Insiders avranno la possibilità di poter testare anticipatamente l’interazione in remoto. Una delle pecche (quanto meno iniziali) è che la funzionalità funzionerà su determinati PC e smartphone, ma quali?

Applicazioni Android in remoto su Windows 10, come funziona il mirroring?

Il mirroring in fase di beta testing tra Android e Windows 10 funzionerà solo sulle versioni del sistema operativo di Microsoft dotate delle versioni a partire dalla numero 1803 in poi e la cui connettività Bluetooth Low Energy venga supportata dal dispositivo.

Mentre per quel che riguarda i requisiti dello smartphone, al momento potranno funzionare in remoto, solo le applicazioni Android trasmesse dai Samsung Galaxy S8/S8+ e/o dai Galaxy S9/S9+.

Naturalmente Microsoft annuncia che tali vincoli sussistono esclusivamente sulla versione in beta. Successivamente durante il rilascio della versione ufficiale, quest’ultima possibilità verrà estesa a tanti altri smartphone e altre versioni di Windows.