Disassemblare il Samsung Galaxy S10 fai-da-te sarà complesso [VIDEO]

Samsung Galaxy S10 disassembleato

Il Samsung Galaxy S10 è già arrivato nelle mani di giornalisti, recensori ma soprattutto al team di iFixit. I ragazzi non hanno resistito alla tentazione di disassemblare lo smartphone sud-coreano, ma a quanto pare non sarà semplice.

Secondo quanto dichiarato e mostrato nel video, la parte più difficile inizialmente, era quella di dover porre attenzione ai componenti hardware per evitare che essi potessero subire danni. Ce l’avranno fatta senza problemi?

Il team iFixit smonta il Samsung Galaxy S10: voto? Tre su 10

Specifichiamo che il Samsung Galaxy S10 è stato realizzato completamente in vetro. Così, il primo step per smontare il device è scollarlo riscaldando la scocca posteriore e successivamente far leva su tutti gli angoli.

Affinché si riesca a smontare il mid-frame (adatto alla ricarica senza fili) ci saranno circa 16 viti da rimuovere. Ma lo step decisamente complesso riguarda la fase delicata durante la quale si andrà a interferire con batteria, USB di tipo C e il display.

Gli altri componenti hardware, quali jack audio, fotocamera e altoparlanti sarebbero definiti “modulabili“. Ciò significa che sono quei pezzi che potrebbero esser sostituiti senza problemi, qualora si abbia un problema.

Mentre le difficoltà ci sarebbero nel momento in cui si provasse a distaccare la connettività USB di tipo C, poiché è saldata alla scheda madre, la batteria possiede troppa colla e per rimuoverla servirebbero attrezzature ben più complesse e infine lo schermo.

Il display infatti sarebbe la parte più complessa perché richiede tanta attenzione e una procedura piuttosto lunga e delicata. Per farlo però, sarà necessario scollare la cornice e smontare completamente il Samsung Galaxy S10.