Google studia un metodo per bloccare più email spam con l’IA

Google usa TensorFlow filtr anti spam

Google ci tiene alla tutela della privacy dei suoi utenti, così tanto che recentemente ha migliorato ancor di più il sistema che allontana e abolisce le email spam dal suo servizio Gmail.

Il servizio di posta elettronica del colosso di Mountain View ad oggi conta un miliardo di utenti registrati al sistema stesso. Su tale numero, il nuovo algoritmo di Big G è riuscito a bloccare 100 milioni di email spam.

Google e l’intelligenza artificiale contro le email spam

Per un computer o sistema tradizionale, il riconoscimento della posta il cui obiettivo è quello di spammare non è affatto semplice. Per questo motivo Google è ricorsa alla piattaforma basata su intelligenza artificiale, TensorFlow.

Quest’ultimo programma open source è stato reso pubblico dall’anno 2015. Dalla sua nascita Mountain View ha preferito integrarlo su Gmail e grazie ai suoi sviluppi, utilizzarlo per riconoscere la posta elettronica indesiderata.

TensorFlow sfrutta degli algoritmi piuttosto complessi, ma secondo gli esperti quest’ultimi filtrano le email spam secondo delle condizioni pre-stabilite: formattazione di testo, orario e data e altri pattern che influirebbero sulla sua veridicità.