Google vuole il 30% sui giochi del Play Store, Fortnite risponde

Google 30% Play Store Fortnite

Pochi giorni fa Google ha stabilito la fetta di guadagno che si prenderà dai giochi immessi sul suo Play Store. La percentuale è fissata al 30% e per nessun motivo, il colosso di Mountain View vuol rinunciare ad essa.

Neppure il successo di Epic Games, Fortnite, non ha convinto Big G a cambiare idea. L’affermazione è arrivata direttamente da Sundar Pichai, ovvero il dirigente e amministratore delegato dell’azienda statunitense.

Perché Google chiede quel 30% di profitto

In realtà dietro a quel 30% i motivi sono veramente molteplici. Quello più importante che è stato poi svelato dagli analisti, riguarderebbe una perdita per Google di ben 50 milioni di dollari.

A causare ciò è stata la stessa Epic Games, per aver concesso ai videogiocatori di accedere al titolo per mobile esclusivamente tramite il cliente Android, piuttosto che dar possibilità di esser presente su Google Play Store.

La società produttrice del titolo Fortnite ha confermato che per l’anno 2019, le sue intenzioni potrebbero essere quelle di far arrivare il game per mobile sul Play Store di Big G.

A fronte di quanto detto, Sundar Pichai non cambierebbe idea sul 30% degli introiti che desidera ricevere da ogni videogame pubblicato sul suo negozio online, piuttosto ha affermato “Continueremo su questa strada, ma ci adatteremo sempre al mercato“.