Apple risolve il bug che violava la privacy su FaceTime, quando esce?

Apple risolve il bug violazione privacy FaceTime

L’obiettivo dei colossi informatici ma soprattutto delle aziende che operano a livello web, dovranno prestare molta attenzione in termini di privacy, a maggior ragione dopo l’ultima normativa del GDPR. Ne sa qualcosa Apple, che avrebbe commesso un grave errore.

In realtà si tratterebbe di un bug di cui Cupertino non ne era a conoscenza, fino a che un ragazzino ha fatto notare la falla che si presentava su FaceTime. L’applicazione senza autorizzazione dell’utente azionava la web cam a gente appartenente ai gruppi.

Apple dichiara “il bug su FaceTime è stato abolito”

Dopo la rivelazione di Apple nei giorni scorsi, oggi ha dichiarato che il team avrebbe già risolto il bug che spiava gli utenti su FaceTime. Il fix verrà applicato al prossimo update, che purtroppo non è ancora in via di rilascio.

La società di Cupertino non ha perso tempo a ringraziare la famiglia di quel ragazzo, che subito dopo essersi accorto della falla di sistema, lo ha comunicato prontamente al colosso dalla mela morsicata.

Un gesto senza dubbio nobile che salvato la privacy di tanti utenti aventi FaceTime sul proprio iPhone. Non resta quindi che attendere il prossimo aggiornamento su iOS di Apple.