Apple confessa il grave bug di FaceTime: inviava conversazioni private

Apple bug FaceTime inviava conversazioni private

I bug e le falle di sistema non mancheranno mai, ci sono però, alcune di esse che preoccupano gli utenti qualora quest’ultime creassero problemi legati alla violazione della propria privacy.

Lo è il caso di Apple, che recentemente ha confidato al web di aver trovato e risolto un grave buco sul sistema di FaceTime, che avrebbe messo in repentaglio le conversazioni private di ogni singolo individuo.

FaceTime di Apple ascoltava ogni singola conversazione, bug risolto

Nello specifico il colosso di Cupertino ha sottolineato, che il team si è accorto del bug di FaceTime, nel momento in cui senza il consenso del proprietario del dispositivo affetto dalla falla dell’applicazione, quest’ultimo faceva ascoltare le conversazioni private.

Inoltre l’applicazione per i sistemi macOS e iOS commetteva principalmente due errori piuttosto gravi:

  1. Apriva i microfoni degli iPhone senza il consenso della “vittima”: la falla si presentava maggiormente durante le chat di gruppo, anche nel momento in cui vi erano diversi squilli a vuoto.
  2. Video della vittima inviati al “destinatario“: il magazine 9to5Mac ha rivelato che anche qualora si fosse premuto il tasto per lo spegnimento o blocco chiamata, FaceTime invierebbe automaticamente dei video all’insaputa di chiunque.

Il colosso della mela morsicata ha confermato tutto ciò che è stato detto, ma allo stesso tempo ha fatto sapere agli utenti che il problema sarà definitivamente risolto dopo il prossimo update di iOS 12.