Un iPhone XS Max si incendia improvvisamente, Apple non sa la causa

iPhone XS Max in fiamme sulle tasche di un cittadino americano

In precedenza si è già sentito parlare di smartphone che prendono fuoco improvvisamente. Precisamente nel 2016 con un Samsung Galaxy Note 7. Questa volta, in un comune degli Stati Uniti d’America un iPhone XS Max è andato in fiamme.

Il colosso di Cupertino ha già ricevuto denunce per falsi spot sugli iPhone XR, con questo nuovo accaduto Apple rischierà una nuova querela? Uno scenario veramente assurdo dal momento che la “vittima” non compì alcuna azione con il suo melafonino.

Una normale passeggiata, un iPhone XS Max prende a fuoco

Il cittadino di Ohio non sembra essere in grado di saper dare delle spiegazioni. Durante una passeggiata tranquilla, il melafonino senza particolari motivi ha preso fuoco. All’inizio il dispositivo è andato in fumo, poi le fiammehanno coinvolto la custodia inserita.

L’uomo è andato immediatamente in un store Apple in quanto il dispositivo era stato acquistato recentemente (poche settimane prima). Parliamo di un difetto anomalo? Non si sanno ancora i motivi, neanche l’azienda stessa ha saputo dare delle spiegazioni.

Il fatto sembra diventare sempre più misterioso. Il proprietario del device pare non abbia fatto particolari movimenti o azioni per far sì che il suo iPhone XS Max andasse a fuoco.

Sta di fatto che la vicenda poteva svolgersi in maniera sicuramente più pericolosa, fortunatamente non è successo nulla di grave per il cittadino. Apple rischierà una sanzione? Vi terremo aggiornati non appena altre novità verranno pubblicate.